Caporalato, la Lega interviene: “Inchiesta sui fatti del 2020 con Lamorgese”

72 Visite

Come riferiscono fonti della Lega, “il prefetto Michele Di Bari, non indagato e nominato capo del dipartimento Immigrazione nel maggio 2019, si é dimesso oggi dopo la notizia dell’indagine a carico della moglie per caporalato. Come chiarito da notizie di stampa, l’azione della magistratura ha interessato attività comprese tra luglio e ottobre 2020, quando al Viminale c’era Luciana Lamorgese. L’attuale ministro ha promesso particolare impegno contro il caporalato: la Lega si aspetta che riferisca in Parlamento proprio sull’emergenza immigrazione clandestina (visto il ruolo del prefetto dimissionario Di Bari), fenomeno che é strettamente connesso allo sfruttamento del lavoro”.

La nota conclude evidenziando che “nel 2021 sono stati registrati 63.062 sbarchi. Nello stesso periodo, nel 2020 erano stati 32.919 e nel 2019 11.097”, sottolineando che il leader leghista Matteo Salvininon ha commentato la vicenda giudiziaria”.

Promo