Ospedale Perrino Brindisi, sostegno psicologico ai parenti dei ricoverati causa covid

157 Visite

Il servizio è fruibile attraverso il numero
dedicato 0831 537120 attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12

 

Il covid ha prodotto e sta producendo  tanti danni non solo fisici, ma anche
psicologici. Molto interessante e positiva quindi l’iniziativa adottata nell’
ospedale brindisino.

Nell’ospedale Perrino di Brindisi prosegue il
servizio di mediazione e supporto psicologico, destinato ai familiari di
pazienti ricoverati nei reparti Covid, fruibile attraverso il numero dedicato
0831 537120 attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 12.

La dottoressa Monica Scotto Di Carlo,
dirigente dell’Unità operativa di Psicologia del Perrino gestisce il servizio.

E’ fondamentale che ci sia un supporto per l’ammalato
perché spesso i caschi e le maschere non permettono di muoversi agevolmente e
non possono essere staccati.  Chi poi usa
gli occhiali ha difficoltà a inviare messaggi a parenti, ad indossarli, a
utilizzare, soprattutto se anziano,  il
cellulare.  

Anche lo stato psicologico ha i suoi effetti
e la compagnia ha sicuramente un impulso positivo sullo stato generale del
degente.

Fondamentale è comunicare con i parenti,
essendo un diritto avere informazioni sullo stato di salute.

Si  cerca perciò di creare un rapporto tra
l’interno e l’esterno mediato da uno psicologo. Gli psicologi fanno da tramite
fra ospedale e famiglia.  Compito dello  psicologo, poi, è quello di provvedere  a veicolare le notizie alle famiglie e, nel
caso, a riportare ulteriori dettagli utili alla gestione del paziente, ottenuti
dai colloqui coi parenti, ai medici di reparto.

In alcuni reparti poi è possibile visitare i degenti,
mentre lo psicologo supporta la famiglia in questo momento difficile da
gestire.

 

Promo