Urologia BR, Amati: “Una nuova seduta per asportare tumori e combattere attesa”

224 Visite

“Presso l’urologia del Perrino di Brindisi, un’eccellenza regionale con 405 interventi oncologici nel 2021, c’è sempre una lista d’attesa di circa 50 pazienti per interventi di asportazione di tumori. E naturalmente nessuno dovrebbe attendere per più di dieci giorni. Ho chiesto dunque al DG Pasqualone di disporre una nuova seduta operatoria settimanale”.

Lo dichiara il Presidente della Commissione regionale Bilancio e programmazione Fabiano Amati.

“I tumori all’apparato urinario sono molto diffusi e però hanno un’ampia possibilità di guarigione alle condizioni che la diagnosi avvenga precocemente e che l’eventuale intervento chirurgico di asportazione sia effettuato altrettanto precocemente.

In questo ambito gode di ottima reputazione l’Unità operativa di urologia del Perrino di Brindisi; tale reputazione è affermata dal numero di interventi, che nel 2021 è stato di 79 per chirurgia oncologica maggiore e di 328 per chirurgia endoscopica e piccola chirurgia per tumori maligni. Per diverse motivazioni si registra una stabile lista d’attesa di circa 50 pazienti in attesa dell’intervento chirurgico e quindi della possibilità di guarigione.

Per eliminare l’attesa servirebbe almeno una ulteriore seduta operatoria a settimana, assorbendo così le liste d’attesa e aggiungendo efficienza ma soprattuto ulteriore speranza.

Ho scritto al Direttore generale della Asl per sollecitare l’ulteriore seduta operatoria e nei prossimi giorni procederò a verificare i tempi d’attesa nelle unità operative di urologia delle altre strutture pugliesi”.

Promo