In restauro lo splendido organo di Brindisi

339 Visite

È finalmente giunto nel deposito di  Organica Isontina nel Friuli Venezia Giulia uno strumento tanto grande quanto importante. Si tratta di quello che rimane dell’organo Ruffatti della Cattedrale di Brindisi. 

Originariamente collocato in due corpi in navata, è stato manomesso e reso inutilizzabile durante la nuova collezione in controfacciata. Una azienda artigiana, specializzata nel restauro di pregevoli organi, nota su tutto il territorio nazionale è stato affidato il compito di renderlo nuovamente funzionante. L’azienda si dice grata  di questo prestigioso incarico e sta procedendo ai lavori di restauro.

L’organo sarà terminato agli inizi del 2023…

I brindisini si augurano che presto potranno essere deliziati dalla sua musica che inonderà di melodiose note le navate della cattedrale.

Promo