Brindisi: imprenditore scomparso 22 anni fa, oggi nuovo sopralluogo

397 Visite

È previsto per la giornata di oggi un nuovo sopralluogo, il terzo, degli agenti della Squadra mobile di Brindisi nell’ambito delle indagini sulla scomparsa dell’imprenditore brindisino, Salvatore Cairo, di cui non si hanno più notizie dal 6 maggio 2000. L’inchiesta è coordinata dal sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia di Lecce, Milto Stefano De Nozza. Si procede per omicidio e si cercano i resti di Cairo che all’epoca aveva 36 anni.

Stando a quanto apprende LaPresse, gli agenti dovrebbero tornare nell’area che si trova in contrada Santa Lucia, alla periferia della città, nei pressi della zona industriale, sottoposta a sequestro dallo scorso sabato. Nell’area ci sono un immobile che all’epoca era adibito a deposito di legno e un pozzo. Anche domenica gli agenti hanno effettuato una serie di rilievi. Secondo gli inquirenti, Cairo sarebbe stato ucciso in questa zona, probabilmente all’interno dell’immobile. Nuovo impulso alle indagini sarebbe arrivato dalle dichiarazioni rese da uno degli ultimi aspiranti collaboratori di giustizia del Brindisino.

Promo