Rifiuti’, Coldiretti Puglia: “Buona parte trasformabili in composti”

76 Visite

Secondo Coldiretti, gli scarti alimentari che in Puglia costituiscono una quota parte dei 2.841 chili di rifiuti solidi urbani per abitante all’anno (dati Ispra 2020), “con piccoli accorgimenti” potrebbero essere trasformati in concime da utilizzare per la coltivazione di piante e fiori. All’indomani della giornata contro gli sprechi alimentari arrivano i consigli di Coldiretti per riutilizzare i rifiuti trasformandoli in concime con il compost fai da te per nutrire orti e giardini.

E’ l’iniziativa organizzata da Coldiretti Puglia al mercato di Campagna Amica di Piazza Ariosto, a Lecce, dove il tutor dell’orto ha spiegato ai consumatori come fare a casa il compost riutilizzando gli scarti alimentari per rendere piu’ fertili i propri orti e giardini, una pratica che, consentendo il riciclo degli scarti, produce effetti positivi anche in termini ambientali e di riduzione dell’inquinamento.

La lista dei materiali di compostaggio contiene scarti di frutta e verdura, fiori recisi e resti di piante, pane e gusci d’uova, qualche avanzo di carne, pesce, salumi e formaggi, fondi di caffe’ e filtri del te’, foglie e paglia, segatura, rami e scarti di falegnameria, carte e cartone con assenza di vernici, piccole quantita’ di bucce di agrumi, piccole quantita’ di cenere, lettiere di cani e gatti, tracce di piante resistenti alla degradazione, come gli aghi di pino.

Promo