“Appia 2030”: al via le attività per rafforzare il percorso della “Regina delle Vie”

306 Visite

Partono le attività del progetto MediAree – Appia 2030 promosso dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) e finanziato nell’ambito del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020.

Il progetto contribuisce a valorizzare il tratto finale della Via Appia in chiave turistica, culturale, creativa, di tutela paesaggistica, ambientale e della sicurezza – incentivando il turismo lento nel nostro territorio – e a rafforzare la candidatura della Via Appia a Sito Unesco, patrimonio dell’umanità.

“Appia 2030” consentirà ai Comuni di Mesagne, Latiano, Francavilla Fontana e Oria, Brindisi capofila, di realizzare una strategia condivisa di comunicazione, interventi di valorizzazione lungo il tracciato e attività promozionali.

Il percorso prevede attività di co-progettazione con il coinvolgimento della comunità locale e la realizzazione di una campagna promozionale che darà visibilità internazionale al territorio brindisino, portando nei comuni coinvolti designer, architetti del paesaggio, archeologi, esperti in materia ambientale da tutta Italia e dall’estero, che lavoreranno insieme alla progettazione degli interventi sul percorso, da candidare a futuri bandi e a nuove opportunità di finanziamento.

L’iniziativa si aggiunge alle iniziative che già interessano la Via Appia. Tra queste, le attività di ricerca condotte dal prof. Gert-Jan Burgers della Libera Università di Amsterdam, nell’ambito del progetto europeo “Heriland”, ed il progetto del cammino dell’Appia Antica promosso dal ministero della Cultura che interessa il Parco Archeologico di Muro Tenente.  Il progetto sarà coordinato da un team multidisciplinare selezionato da ANCI e coinvolgerà esperti con esperienze internazionali e locali.

Promo