Ucraina: domani in Puglia presidi contro guerra per Europa di pace

91 Visite

Anche la Puglia scende in piazza per dire no alla guerra. Presidi unitari per chiedere un’Europa di pace e sicurezza sono stati organizzati da associazioni, movimenti, organizzazioni sindacali e comunità religiose per domani mattina, a partire dalle 10 a Bari, Barletta e Taranto, in piazza Prefettura, a Brindisi in piazza Vittoria e a Lecce in piazza Sant’Oronzo. A Foggia la manifestazione si è svolta ieri sera.”La crisi russo-Ucraina riporta la guerra ai confini dell’Europa, dopo la tragedia dei Balcani. Si tratta dell’ennesimo fallimento delle diplomazie incapaci di dirimere in modo pacifico dispute di confine o economiche”, dice il segretario generale della Cgil Puglia, Pino Gesmundo. “Sappiamo chi paga i costi della guerra: i civili, la popolazione, in termini di vite umane insieme all’ulteriore impoverimento dovuto alla distruzione del Paese. A gioire saranno i signori della guerra, chi proverà a speculare sui costi dell’energia o di altre materie prime. Serve un impegno serio e forte delle istituzioni internazionali per far cessare questo conflitto e aprire negoziati tra le parti”, conclude.Alle manifestazioni parteciperà anche la Consulta regionale Femminile della Puglia: “In questo triste momento per l’umanità esprimiamo vicinanza alle donne e al popolo tutto dell’Ucraina La domanda di adesione alla Nato da parte di un Paese sovrano è legittima tanto quanto la l’esigenza di sicurezza dei confini per la Russia ma la pace si difende con la diplomazia non con le armi e lo scorrere del sangue innocente”, si legge nella nota della presidente della Consulta Femminile della Puglia, l’avvocato Vera Guelfi.

Promo