Energia: Amati (Pd), non pervenute eccezioni tecniche deposito Gnl a Brindisi

169 Visite

“Alla Giunta regionale pugliese non sono pervenute eccezioni tecniche da parte delle sezioni interessate sulla realizzazione del serbatoio di Gnl nel porto di Brindisi. Ne deriva che l’intesa è un atto con natura vincolata, da emanarsi secondo le previsioni di legge in materia di insediamenti energetici”. Lo dichiara il presidente della commissione Bilancio e Programmazione della Regione Puglia, Fabiano Amati (Pd), in una nota con riferimento alla scadenza del termine previsto per la presentazione di eccezioni di natura tecnica rispetto al progetto per la costruzione di un deposito di Gnl nel porto di Brindisi.

“È un primo piccolo passo per combattere con tecnologie ambientali la deindustrializzazione, ossia la piaga più purulenta della povera gente“, sostiene.“Mi pare possa ritenersi chiuso il dibattito pubblico, a tratti pure infuocato. Devo obiettivamente riconoscere che pure le posizioni meramente ideologiche, anche se qualche volta inutilmente offensive, ci hanno offerto l’opportunità di spiegare che solo esercitando il dovere di produrre ricchezza si ampliano i diritti”, prosegue Amati.

“Lo schema del no a tutto è un potente generatore di disuguaglianze e oggi rischia di assumere le caratteristiche di un delitto politico perché le tecnologie di produzione sono finalmente accordate con il contenimento dell’impatto ambientale o per la messa al bando di tutti gli agenti inquinanti. Che ci vuole in più per convincersi che lo sviluppo industriale, compreso il turismo, deve essere guardato con occhi di simpatia?“, chiede Amati in conclusione.

Promo