Sciopero: domani Cobas in piazza in 14 città. Anche a Brindisi

85 Visite

La Confederazione Cobas ha convocato per domani lo sciopero generale di tutte le lavoratrici e lavoratori dei settori pubblici e privati. I sindacati autonomi chiedono di fermare la guerra in Ucraina e protestano contro lo sfruttamento in particolare del lavoro femminile, “sottoposto a maggiori licenziamenti e part-time obbligati, a maggiore precarietà e a salari inferiori a quelli medi, con pensioni sempre più lontane e misere”.

Rivendicano inoltre il rinnovo della moratoria sui licenziamenti, si oppongono alla crescente violenza verso le donne, connessa alle discriminazioni di genere nei posti di lavoro e nella società; vogliono inoltre una scuola pubblica che garantisca il diritto allo studio a tutte/i gli allievi/e e il lavoro stabile per i lavoratori/trici, parita’ di diritti, salario e condizioni di lavoro nei settori privati, salvaguardia dei diritti nel lavoro agile, stabilizzazione nella Pa. di lavoratrici /tori con contratti precari e/o in appalto, tutela della salute e sicurezza nei posti di lavoro, sanita’ pubblica potenziata. I Cobas manifesteranno a Roma davanti al ministero dell’Istruzione e al ministero della Salute; ed ancora a Palermo, Firenze, Catania, Torino, Napoli, Pisa, Salerno, Trieste, Avellino, Brindisi, Ravenna, Grosseto e Genova.

Promo