Centrali carbone in funzione? Cosi il ministro Cingolani: “Solo se in emergenza”

85 Visite

“Nel caso di una mancanza assoluta di energia” e quindi di “un’emergenza piu’ forte di quella attuale” si potrebbero “mandare a pieno regime le due centrali a carbone che sono ancora in funzione, quella di Brindisi e quella di Civitavecchia, per un perdiodo limitato per produrre energia”.

Lo ha detto il ministro per la Transizione ecologica, Roberto Cingolani, intervistato ad Agorà, su Rai3. Ha subito precisato il ministro: “Non riapriamo nulla. E le centrali che sono chiuse non si riaprono, perché l’impresa non varrebbe la spesa”. Quella di mandare a regime gli impianti di Brindisi e Civitavecchia è “Semplicemente una possibilità limitata nel tempo”.

Promo