Volo d’urgenza da Brindisi a Roma per salvare una neonata

83 Visite

E’ atterrato nella notte, sull’aeroporto di Roma Ciampino, un C-130J della 46esima Brigata Aerea dell’Aeronautica militare con a bordo una bimba di appena un mese per la quale si è reso necessario un immediato trasferimento all’ospedale Bambino Gesù di Roma. La piccola paziente era ricoverata presso l’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce quando, a causa dell’aggravarsi delle condizioni cliniche, si è reso necessario l’immediato trasferimento presso la struttura romana.

La particolare richiesta di trasporto aereo è stata effettuata dalla prefettura di Lecce alla Sala Situazioni di Vertice del Comando Squadra Aerea che a sua volta ha attivato, per il tramite del Comando Operazioni aerospaziali, uno degli equipaggi che l’Aeronautica Militare tiene sempre pronti al decollo per questo tipo di interventi.  E’ il secondo velivolo dell’Aeronautica militare attivato a distanza di poche ore, ieri pomeriggio un Falcon 900 del 31esimo Stormo mentre stanotte un C-130J della 46esima Brigata Aerea di Pisa ha imbarcato l’ambulanza, dove all’interno di una culla termica, ha viaggiato la piccolissima paziente.

Dopo l’atterraggio a Ciampino il velivolo ha fatto ritorno all’aeroporto di Pisa per riprendere il servizio di prontezza operativa. La bimba ha invece continuato il suo viaggio verso il nosocomio romano. Attraverso i suoi Reparti di Volo, l’Aeronautica Militare mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento e in grado di operare anche in condizioni meteorologiche complesse per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita, come accaduto oggi, ma anche di organi ed equipe mediche per trapianti. Sono centinaia ogni anno le ore di volo effettuate per questo genere di interventi dagli aerei del 31 Stormo di Ciampino, del 14esimo Stormo di Pratica di Mare e della 46esima Brigata Aerea di Pisa.

Promo