Sindaco Mesagne sul commissariato di Polizia istituito trent’anni fa: “Una svolta storica”

55 Visite

L’iniziativa ha un valore che va oltre la celebrazione: l’istituzione del commissariato ha segnato una svolta senza precedenti. Ciò che la città era stata fino a quel momento, lo hanno detto le cronache: gli anni 80 sono stati segnati da lunga scia di fatti di sangue”. Così il sindaco di Mesagne, Antonio Mattarelli, in occasione della celebrazione del trentennale dell’istituzione del commissariato di Polizia a Mesagne, a cui prende parte il capo della polizia e direttore della pubblica sicurezza, il prefetto Lamberto Giannini, che nella mattinata inaugurerà la mostra fotografica dal titolo ‘Dal buio alla luce’.

L’allestimento è stato realizzato nelle sale del primo piano del castello di Mesagne.L’escalation criminale di quegli anni costringe la città a vivere nella paura, ripiegandosi su se stessa“, ha detto il sindaco. “Anche l’accesso ad alcuni spazi cittadini è limitata. Pur non avendo una vocazione criminale, Mesagne diventa centro di riferimento per la droga su cui l’associazione di stampo mafioso conta per assicurarsi guadagni e con conseguenze devastanti per i giovani e le famiglie”, ha aggiunto il primo cittadino.

Nel corso degli anni si accresce la capacità di intimidazione e l’istituzione del commissariato rappresenta una svolta storica: serve a dare coraggio ai cittadini per reagire ad anomalia in cui non si sono mai riconosciuti”, ha detto ancora. “Quel coraggio cresce sino a diventare riscatto collettivo”, ha concluso il sindaco di Mesagne.

Promo