Tenta di uccidere il nuovo compagno della madre, arrestato 21enne di Mesagne. Ai domiciliari padre e fidanzata

415 Visite

Avrebbe tentato di uccidere il nuovo compagno della madre a colpi di pistola: un 21enne di Mesagne (Brindisi) è stato arrestato e condotto nel carcere di Brindisi, mentre il padre, 61 anni, e la fidanzata del ragazzo, 19 anni, sono stati posti ai domiciliari. Tutti e tre gli indagati sono mesagnesi.

La contestazione si riferisce a quanto accaduto a Mesagne il 16 febbraio scorso. Le ordinanze di custodia cautelare, firmate dal gip del tribunale di Brindisi, Maurizio Saso, su richiesta del pm Alfredo Manca, sono state eseguite oggi dagli agenti del commissariato di Mesagne. Il 21enne è accusato di tentato omicidio aggravato, la 19enne di favoreggiamento personale, mentre il 61enne di violenza privata e tentata violenza privata, aggravata dall’uso delle armi, ai danni della ex moglie perché avrebbe costretto la donna a ritirare le denunce presentate nei suoi confronti. 

«Si è trattato di un vero e proprio agguato, miracolosamente non tradottosi in tragedia, maturato in un torbido contesto di dinamiche familiari il cui fulcro è rappresentato dalla figura di una donna e della sua nuova relazione non accettata dal figlio, presunto autore del tentato omicidio ai danni del nuovo compagno della madre», spiega la procura di Brindisi in una nota. «L’indagine ha anche evidenziato un contesto caratterizzato da omertà diffusa, silenzi e tentativi di depistaggi, come quello che sarebbe stato commesso dalla fidanzata dell’autore del delitto di tentato omicidio, durante le faticose attività di indagine della polizia giudiziaria», conclude la nota.

Promo