Xylella Puglia, Coldiretti: “Autorizzare espianti ulivi secchi”

67 Visite
Coldiretti Puglia chiede che vengano autorizzati gli espianti degli ulivi secchi colpiti dalla xylella in Salento senza aspettare l’esito delle istruttorie delle domande “articolo 6” che “sono in ritardo”.

“È una situazione inaccettabile che fa ritardare ancora di un anno la ripresa olivicola del territorio colpito da xylella. Significa, inoltre, anche continuare a perdere ulteriore reddito e lavoro in questo comparto e al suo indotto, così fortemente colpito dalla fitopatia”, afferma il delegato confederale di Lecce, Pietro Piccioni.
L’attuazione della misura è un “fondamentale contributo per favorire la resilienza ambientale e il paesaggio dell’area colpita dalla xylella”. “Questi ritardi sono un ulteriore messaggio negativo sulle aspettative delle imprese salentine e sono davvero ingiustificabili. Inoltre – conclude Piccioni -, risultano un ulteriore danno al grande lavoro che stiamo compiendo per accompagnare l’area infetta del Salento ad una rinascita e ad una ripresa sociale e produttiva”.

Promo