Parte la consultazione popolare del deposito Gpl a Oria

50 Visite

Si avvia la fase della consultazione della popolazione di Oria sul deposito Gpl gestito dalla società Gas Italia srl.

Lo rende noto la prefettura di Brindisi, dopo la redazione della bozza del Piano di emergenza esterna (Pee) dello stabilimento industriale a rischio di incidente rilevante connesso all’uso di sostanze pericolose. Il piano contiene le misure per gestire un’eventuale emergenza esterna derivante da un evento incidentale e contenerne le conseguenze.

«La bozza di pianificazione è il risultato dell’attività istruttoria del gruppo di lavoro incaricato dal Prefetto di Brindisi, coordinato dal Dirigente dell’Area Protezione Civile ed è stata predisposta con gli enti ed i comandi territoriali interessati, sentito il comitato tecnico regionale e Arpa Puglia», ricorda la prefettura in una nota.

La bozza di piano sarà pubblicata sul sito istituzionale del Comune di Oria, all’albo pretorio comunale e sul sito istituzionale della Prefettura di Brindisi, nella sezione Protezione Civile, per la durata di 30 giorni, a partire da oggi. «La popolazione potrà presentare al Prefetto, in forma scritta, anche mediante strumenti di comunicazione elettronica e telematica, osservazioni, proposte o richieste in merito alla pianificazione, depositandole al protocollo della Prefettura o inviandole all’indirizzo pec: prefettura.prefbr@pec.interno.it “mailto:prefettura.prefbr@pec.interno.it”», spiega la prefettura brindisina. Chiusa la fase della consultazione pubblica, il piano sarà adottato con decreto del prefetto di Brindisi.

Promo