Porto di Brindisi, confermata la copertura finanziaria per il completamento degli accosti portuali di S. Apollinare

32 Visite

La Giunta regionale della Puglia ha confermato la copertura finanziaria per le opere di completamento degli accosti portuali per navi traghetto e ro-ro di S. Apollinare (I e II lotto) nel Porto di Brindisi in favore dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, iscrivendo in bilancio somme oggetto di precedente programmazione a valere sulle risorse del POC Puglia 2014-2020, Asse VII, Azione 7.4.

Sulla base di quanto stabilito nell’Analisi Costi-Benefici presentata dall’Autorità di Sistema Portuale, è stato iscritto in bilancio l’importo massimo dell’aiuto concedibile in favore dell’intervento pari a € 29.288.380,32, risultante dalla differenza tra il costo ammissibile a finanziamento pari a 37.489.009,89 euro e il risultato operativo dell’investimento pari a 8.200.629,56 euro.

«Questo progetto rientra nella strategia regionale di riconversione e rifunzionalizzazione delle capacità operative del Porto di Brindisi a migliori standard operativi, energetici e di sicurezza, al fine di contribuire al rilancio e al riposizionamento competitivo dello scalo portuale ma anche al processo di decarbonizzazione – ha spiegato l’assessore regionale ai Trasporti e alla Mobilità sostenibile Anna Maurodinoia -. Il Porto di Brindisi, porto polivalente, con funzioni industriali, commerciali e turistiche, attraverso questo investimento potrà godere di un’infrastruttura in grado di ospitare grandi navi ro-ro, traghetti e navi da crociera, e potrà aprirsi ai cittadini con aree appositamente attrezzate come un parco urbano e il Museo del Mare».

Promo