Faro della Regione Puglia sui contribuiti all’Allora Fest dopo il fermo di Haggis

23 Visite

Sull’Allora Fest si accendono anche i fari della commissione Bilancio del Consiglio regionale pugliese.

Dopo la bufera per la presunta violenza sessuale che una 30enne ha denunciato di aver subito dal premio Oscar Paul Haggis, il presidente della commissione Bilancio, Fabiano Amati, ha convocato in il governatore Michele Emiliano e il direttore del dipartimento Cultura e Turismo per accertamenti amministrativi sui contributi concessi al festival in corso a Ostuni.

«Dobbiamo accertare – dice Amati – se con i contributi all’Allora Fest non siano state violentate le casse pubbliche. Abbiamo il dovere di vigilare affinché a nessuno sia consentito di fare l’imprenditore con il rischio d’impresa sulle spalle dei cittadini, così come a nessuno sia consentito pensare che il motto “con la cultura si mangia” possa essere trasformato in mangiamoci la cultura. Nei prossimi giorni convocherò in audizione il Presidente Emiliano, in quanto titolare della delega alla Cultura, il Direttore del dipartimento e tutti i legali rappresentanti di enti e società regionali a vario titolo interessati dalla vicenda». 

«La convocazione dell’audizione – conclude – avviene, ovviamente, nell’ambito della funzione ordinaria di controllo sull’andamento e sulle modalità della spesa, e non rappresenta alcuna intromissione in questioni di natura diversa dall’indirizzo politico e dai relativi procedimenti amministrativi adottati per eseguirlo».

Promo