Zullo esprime timori sullo slittamento dei lavori al San Cataldo

50 Visite

«Quello che avevamo da tempo paventato potrebbe diventare un incubo per la sanità tarantina: mentre la parte strutturale è praticamente quasi finita i tempi per il nuovo bando da 105 milioni necessari per le attrezzature e gli arredi del nuovo ospedale San Cataldo si allungano. Il problema non è più tecnico-burocratico ma sta diventando politico e pur ringraziando assessore e tecnici che per tante sedute hanno illustrato in prima Commissione lo stato dei lavori, ora è necessario che in audizione venga il presidente Emiliano, deve essere lui a spiegare dove si intendono reperire i fondi necessari al completamento».

Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale pugliese a margine delle audizioni in I commissione sanità sullo stato di realizzazione dell’ospedale di Taranto. «Quello che sappiamo è che il governo regionale – aggiunge – spera di riceverli dal governo centrale attraverso il Just Transition Fund. Ma nell’attesa i lavori potrebbero fermarsi e chissà per quanto tempo».

Promo