Intesa tra Procure e Inps contro truffe e caporalato

58 Visite

Prevenire le frodi in materia di contributi previdenziali e le truffe sulla indebita percezione di misure di sostegno al reddito, soprattutto nel settore agricolo, ma anche rendere più efficace la lotta alle infiltrazioni criminali in agricoltura, al caporalato e al lavoro nero, sono gli obiettivi dell’accordo di collaborazione sottoscritto dalla direzione regionale Inps in Puglia con la Procura generale presso la Corte di Appello di Bari.

Con l’intesa, che ha una durata di 3 anni, si istituisce un canale informativo diretto tra le Procure di Bari, Trani e Foggia e le relative direzioni provinciali Inps ed è prevista la possibilità di realizzare un coordinamento infra circondariale tra Procure e Inps, anche con l’eventuale coinvolgimento di altri soggetti istituzionali come l’Agenzia delle Entrate, la Guardia di Finanza e altre forze di polizia. 

L’ambito di azione sarà favorire una più adeguata condivisione delle informazioni disponibili per l’individuazione di fenomeni criminosi collegati all’evasione ed elusione contributiva, dando ai funzionari di vigilanza strumenti più efficaci di controllo e supporto operativo agli ispettori nella fase di accertamento degli eventuali illeciti.

«Questa forma di collaborazione tra istituzioni – spiega l’Inps in una nota – rappresenta un passo importante per favorire la tutela della legalità in materia previdenziale, in un territorio in cui spesso vengono rilevate attività illecite da parte di alcune aziende, soprattutto nel settore agricolo».

Promo