Puglia, Fitto (Ecr): «Emiliano non parla di inchieste, parla di musica»

55 Visite

«Scriveva il poeta Giovenale nell’anno 60 dopo Cristo che per distrarre il popolo dai problemi, acquisire consenso facile e consentire al potere di continuare ad accontentare gli amici e farsi gli affari propri, l’imperatore dell’antica Roma elargiva panem e circenses. Nella Puglia di oggi invece poltrone e Medimex».

È quanto si legge in un post pubblicato su Facebook dal co-presidente del gruppo europeo dei Conservatori (Ecr), Raffaele Fitto, che continua: «Da 10 giorni Emiliano non interviene su ciò che i fatti di Lecce raccontano, su come veniva acquisito il consenso alle elezioni Regionali 2020. Non dice del suo sistema di potere, sull’uso spregiudicato di tutte le istituzioni regionali a proprio piacimento. Ma, dopo questo lungo silenzio, ricompare in pubblico per parlare di musica e spettacolo».

«Medimex è un festival serio, meno serio è chi pensa di scappare dalle proprie responsabilità politiche, e fa finta che nulla sia accaduto», conclude.

Promo