Oltre la media nazionale il tasso di crescita delle imprese in Puglia

53 Visite

Tasso di crescita del numero di imprese pugliesi in aumento nel secondo trimestre del 2022, anche oltre la media nazionale. Lo conferma l’analisi trimestrale di Movimprese relativa al periodo aprile-giugno 2022, condotta da Unioncamere e InfoCamere sui dati del registro delle imprese delle Camere di Commercio. Saldo positivo in Puglia pari a 2.588 imprese, risultato della differenza fra 5.579 iscrizioni e 3.021 cessazioni.

«In Puglia il tasso di crescita trimestrale – dichiara in una nota il presidente di Unioncamere Puglia, Damiano Gelsomino – è in media dello 0,66%, superiore alla media nazionale che è dello 0,55% e, quindi, per la prima volta in ripresa verso valori più normali».

«Influente sul quadro generale – aggiunge – il clima d’incertezza conseguente agli squilibri geo-politici innescati dal conflitto Russo-Ucraino». Fra le province della regione Brindisi detiene il saldo di crescita trimestrale più alto (0,90%), seguita da Lecce (0,76%), Taranto (0,71%), Foggia (0,60%) e Bari (0,59%).

«A far registrare il saldo positivo più alto fra iscrizioni e cessazioni in Puglia sono – annota Gelsomino – le società di capitale +1.308; seguono ditte individuali, +1.170; altre forme societarie, + 56; società di persone, + 24».

«Vuol dire – conclude – che si consolida la tendenza a forme societarie più mature».

Promo