Brindisi: detenuto aggredisce agente penitenziario

41 Visite

Monta la rabbia dei poliziotti penitenziari in servizio nel carcere di Brindisi a seguito dell’ennesima aggressione ai danni di un poliziotto avvenuta questa mattina, quando un detenuto 35enne di origini tarantine, in carcere per furto e ricettazione, è stato chiamato dal poliziotto addetto alla sezione per effettuare la telefonata ai propri familiari.

Il detenuto, senza alcun motivo, ha dapprima inveito contro il poliziotto che gli stava aprendo la stanza e, appena fuori, ha colpito il pubblico ufficiale con una testata al viso procurandogli una forte contusione. La denuncia è del Sppe, sindacato autonomo, che in una nota fa sapere che dopo l’aggressione, mentre il poliziotto veniva trasportato in ospedale, il detenuto ha continuato a circolare libero nella sezione vantandosi di quello che aveva appena fatto, poiché il medico di turno non avrebbe dato il nulla osta per spostarlo in altro ambiente, da solo, poiché “pazzo”.

Sembrerebbe che il detenuto in questione fosse giunto nel carcere di Brindisi da poco, proprio a seguito di una analogo fatto avvenuto in un altro penitenziario della regione.

Promo