Un angolo di Brindisi rivive gli anni ’30 per il grande cinema

50 Visite

La Puglia sempre più meta di produzione cinematografiche grazie al paesaggio, splendide location, una perfetta organizzazione che spinge sempre più produttori a sceglierla.

Un’altra esperienza speciale per la città di Brindisi.

Si sono concluse venerdì le riprese cinematografiche del film internazionale “Promise Land” del regista Micheal Winterbottom, candidato per la Palma d”oro al Festival di Cannes per tre volte, vincitore dell”Orso d”oro al Festival di Berlino con il film “Cose di questo mondo”, che in questi giorni sta girando un crime-thriller ambientato nella Tel Aviv degli anni ’30, prodotto da Bartlebyfilm e Revolution films con il supporto di Apulia Film Commission.

Alcune strade e case private del quartiere Casale sono state scelte per l’interessante architettura, così per qualche giorno un angolo della città è tornato indietro nel tempo agli inizi del ‘900 con auto ed abiti d’epoca, sotto lo sguardo di molti curiosi.

 Ecco come commenta il sindaco Rossi: «Siamo stati contattati dal location manager del film a giugno scorso per un supporto nella ricerca e oggi la produzione ci ringrazia, riferendoci che il nostro Comune si è distinto nella collaborazione alla logistica e che la cittadinanza ha partecipato positivamente con grande disponibilità». Indubbiamente certe opportunità costituiscono un importante volano e una spinta alla crescita del territorio

Promo