Caro energia, nel brindisino esercenti valutano chiusure anticipate

34 Visite

Stanno pensando di restare aperti per meno ore durante la giornata o di ridimensionare il personale gli esercenti del Brindisino che sono in crisi a causa degli aumenti dei costi delle bollette di gas e luce. Hanno affidato le loro preoccupazioni alla prefetta che li ha accolti in prefettura.

I rappresentanti di Confesercenti Brindisi e alcuni titolari di imprese hanno sottolineato «le notevoli difficoltà riscontrate a fronte dei recenti aumenti dei costi delle utenze che rischiano di compromettere l”operatività di tante micro imprese del territorio. Confesercenti ha chiesto “misure utili a salvaguardare le imprese e lo stato occupazionale di tutti i lavoratori coinvolti con sgravi fiscali o altre forme di compensazione economica».

La prefetta si è detta disponibile a farsi «portavoce dei reali bisogni delle imprese brindisine assicurando ogni necessario supporto, per l”attivazione di percorsi concreti utili al superamento della crisi».

Promo