Divulgazione scientifica, arriva un premio dedicato a tutte le scuole pugliesi

31 Visite

L’importanza della divulgazione scientifica e un premio dedicato alle scuole superiori di tutta la Puglia. A Bari l’anteprima di Lector in Scienza 2023 in collaborazione con Rai Radio3 Scienza.Sabato 12 novembre 2022, ore 9.30 – Teatro Kursaal Santalucia, Bari.

“Come usare le parole nella divulgazione scientifica? Dobbiamo guardare metaforicamente negli occhi chi ascolta, vigilare sul nostro linguaggio usando parole che siano dirette, non dare per scontato cose che sappiamo e pensiamo debba sapere anche chi ascolta, essere sensibili nella propria narrazione a quelle che potranno essere le domande che ipoteticamente arriveranno”. Così la giornalista Rossella Panarese, divulgatrice scientifica, ideatrice e conduttrice di Radio3 Scienza, scomparsa prematuramente a marzo dello scorso anno, parlava dell’importanza dell’informazione corretta e del rispetto per il pubblico dall’altra parte del microfono.

Per ricordare il lavoro e la figura di una grande amica del Festival Lectorinfabula, la Fondazione Giuseppe Di Vagno, insieme con Rai Radio3, ha organizzato per sabato 12 novembre 2022, a partire dalle 9.30, nel Teatro Kursaal Santalucia di Bari, “In un cielo lontano” una mattinata all’insegna della scienza e della divulgazione.

La mattinata si aprirà con la presentazione della I edizione del Premio Rossella Panarese dedicato agli istituti superiori di tutta la Puglia. Un modo per diffondere e incentivare tra gli studenti e le studentesse la conoscenza e l’interesse per la scienza e la divulgazione scientifica, e per spingere la popolazione studentesca ad esprimere la propria creatività attraverso il linguaggio del podcast.Sarà anche l’occasione per presentare la II edizione di Lector in Scienza che si terrà a Conversano dal 25 al 27 maggio 2023.

Tanti gli ospiti che daranno vita agli appuntamenti della mattinata e ai format di Rai Radio3 in scaletta:alle 9.30 la presentazione del Premio con Filippo Giannuzzi segretario generale della Fondazione Di Vagno, Cristiana Castellotti responsabile dei programmi informativi e podcast di Rai Radio3, Daniela Mazzucca presidente della Fondazione Di Vagno, Andrea Montanari direttore di Rai Radio3, Luigi De Luca coordinatore Poli Bibliomuseali Regione Puglia.Sono stati invitati il sindaco della Città di Bari Antonio Decaro, Giuseppe Lovascio sindaco della Città di Conversano, Giuseppina Lotito dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale ambito Provincia di Bari e Stelvio Marini marito di Rossella Panarese.

Alle 10.15 “Agoràdio – Raccontare la scienza”, un tema che è anche una necessità visto quanto accaduto durante la pandemia quando il nostro rapporto con la scienza è cambiato. Un confronto a più voci su scienza, università, società e comunicazione condotto da Marco Motta, con Claudia Coga AD della casa editrice Dedalo, il rettore del Politecnico di Bari Francesco Cupertino e – in collegamento – Elisa Palazzi docente dell’Università di Torino e divulgatrice scientifica e il divulgatore scientifico Massimo Temporelli.

Alle 11.30 il podcast “Omissis – Graziella De Palo: una storia italiana” con la giornalista e scrittrice Loredana Lipperini. Un lavoro prezioso, uno dei grandi successi di Radio3 che racconta di un anno, il 1980, fitto di avvenimenti drammatici. Un anno in cui, però, si smarrì la storia di una ragazza di 24 anni, la storia di una giovane vita che incontra inconsapevolmente tutti i misteri d’Italia.

Si tratta di un evento realizzato all’interno del programma di promozione culturale triennale de “I Granai del Sapere 2022-2024” ideato in collaborazione con il Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e valorizzazione del Territorio della Regione Puglia, la Città di Bari e la Città di Conversano.

I dettagli e le modalità di partecipazioni su http://www.lectorinfabula.eu

Promo