Superbonus. M5S: “Bene il disegno di legge per sbloccare crediti incagliati”

[epvc_views]

«Il disegno di legge presentato oggi dalla Giunta su proposta dell’Assessorato al Bilancio, di intesa con l’assessorato allo Sviluppo Economico, per promuovere l’acquisizione da parte degli enti pubblici regionali e delle società controllate dalla Regione dei crediti fiscali incagliati in seguito al blocco della cessione dei dei crediti d’imposta del superbonus e degli altri bonus edilizi, è importante per migliaia di imprese che si sono trovate all’improvviso senza liquidità solo per una guerra del Governo Meloni a misure volute dal M5S. Già da febbraio, quando era stato annunciato il blocco, avevamo incontrato il Direttore di Dipartimento dott. Albanese per capire come poter venire incontro alle aziende che avrebbero rischiato la chiusura, con la conseguente perdita di posti di lavoro».

«Oggi non possiamo che essere soddisfatti di questa proposta e ringraziare l’assessore Piemontese, con cui abbiamo avuto diverse interlocuzioni, assicurando il massimo appoggio per tutte le iniziative da intraprendere per la tutela dei livelli occupazionali e per non danneggiare famiglie e liberi professionisti. L’acquisizione dei crediti d’imposta bloccati consentirà a cittadini e imprese di realizzare gli interventi coperti dal Superbonus, ad oggi bloccati, e agli istituti di credito di creare nuovi spazi nella propria capacità fiscale. Avremo modo di ascoltare in commissione la società civile e la classe imprenditoriale che grazie al Movimento 5 stelle aveva avuto la possibilità di ripartire dopo la crisi dovuta alla pandemia e capire quali sono stati gli effetti di questa decisione disastrosa. Sono numerosi gli studi che confermano con dati alla mano gli impatti positivi che il Superbonus ha generato sull’economia del Paese: grazie al Superbonus e agli altri bonus edilizi il Pil è cresciuto del 6,7% nel 2021 e del 3,9% nel 2022. Numeri che hanno significato aumento dei posti di lavoro e crescita del comparto dell’edilizia. La decisione assunta dal Governo di bloccare la cessione dei crediti d’imposta e lo sconto in fattura, senza alcuna condivisione con i soggetti interessati, ha avuto impatti pesantissimi su migliaia di imprese e sull’occupazione. Siamo al fianco di queste aziende e dei lavoratori e a tutti i livelli per  fermare questo scempio». Lo dichiarano il capogruppo del M5S Marco Galante, il vicepresidente del consiglio regionale Cristian Casili e la consigliera con delega alla Cultura Grazia Di Bari.

News dal network

Promo