Dalla Puglia al Gis Expo 2023 il giovane marketer Scarangella sviluppa un’esperienza di realtà aumentata e virtuale

[epvc_views]

 In una società in cui finanche i reperti dell’antico Egitto diventano interattivi grazie alla realtà aumentata – notizia di qualche giorno fa – vivere esperienze immersive dovrebbe essere ormai all’ordine del giorno. Fondamentale, dunque, diventa il supporto di esperti del settore in grado di aiutare qualunque ambito professionale a compiere questo importante passo.

Tra loro, interessante il ruolo del giovane marketer Giovanni Scarangella. Docente presso Università ed enti di formazione, entrepreneur e advisor, dal 2010 aiuta aziende, professionisti e start-up offrendo loro la possibilità di conoscere e sperimentare le più innovative tecniche di Advertising e Digital Marketing. In particolar modo, fiore all’occhiello della sua ricerca e dei suoi studi sono la Virtual, Augmented Reality e l’intelligenza artificiale, nonché l’universo, ancora poco esplorato del Metaverse.

L’ultimo progetto di Scarangella e del suo team in materia di realtà aumentata e virtuale è stato presentato questo mese al Gis Expo 2023, il più importante evento europeo dedicato agli utilizzatori di gru, piattaforme aeree, sollevatori telescopici, carrelli elevatori, macchine e attrezzature per la movimentazione industriale e portuale, logistica meccanizzata e il trasporto pesante. In quell’occasione, dal 5 al 7 ottobre, presso la Fiera di Piacenza, è stato presentato da parte del Gruppo Cem, per la prima volta in assoluto nel settore del Sollevamento, il primo progetto di Metaverse con lo sviluppo di un Garage Virtuale in cui visionare gli elevatori in Realtà Aumentata e in 3D che si avvalgono di un layer di intelligenza artificiale.

A firmare il progetto è stato proprio Giovanni Scarangella che assieme al suo team ha proposto un’esperienza in 3D in grado di permettere ai visitatori della fiera di scoprire i mezzi del Gruppo in Augmented Reality.  Grazie all’utilizzo dell’AR sviluppata si è potuto entrare nel Metaverse del Garage CEM per scoprire più da vicino i dettagli degli elevatori. Nello specifico, mediante la realtà aumentata era possibile entrare nel Garage CEM ed effettuare uno zoom, ruotare o collocare la GRU in un contesto di vita reale, ad esempio nel proprio luogo di lavoro o di intervento lavorativo.

Inoltre, la particolare applicazione AR grazie all’intelligenza artificiale permette di riconoscere la tridimensionalità dell’ambiente circostante effettuando un tracking in tempo reale.

I contenuti virtuali, quindi, appaiono al visitatore come “ancorati” agli oggetti reali, contribuendo all’efficacia, all’immersività e al senso di magia dell’intera esperienza. «Si tratta del primo intervento di valorizzazione degli elevatori commercializzati da quest’azienda, e presentati in ambiente virtuale, nel Metaverse», spiega il marketer Scarangella, «Nell’ambiente Metaverse è possibile visualizzare i mezzi, effettuare lo Zoom e muoversi nel garage al fine di visionare e scegliere il mezzo, nonché visionare i punti d’interesse in Realtà Virtuale della Scala che, combinando ricostruzioni in 3D e computer grafica consentono una completa immersione. Tale tecnologia aumenta le interazioni e non ha limiti di applicabilità, può essere sfruttata da tutte le aziende di ogni settore per presentare i propri prodotti e servizi ottenendo visibilità e interazioni».

Non resta che provare, dunque, ad immergersi in questa realtà, virtuale sì ma molto vicina al nostro quotidiano.

News dal network

Promo