“Presentimenti” (Fides Edizioni), la nuova raccolta di racconti del brindisino Michele Bombacigno

[epvc_views]

 «Seguii il suo passo lieve, elegante, fino a quando non scomparve negli stretti vicoli del borgo. Una pallida luna sbucava timida, velata dalla nebbia che si andava diradando, alle spalle delle bianche case. Seppi in quello stesso istante che non l’avrei rivista, perché avrei lasciato il mio lavoro e non sarei più tornato in quella città, e perché così vanno le cose della vita, ma anche che di tanto in tanto, in qualche modo, sarebbe venuta a trovarmi ancora, in un sogno o, chissà, magari davvero in un racconto, proprio come aveva detto lei. E andava bene così».
 
«Michele Bombacigno, dopo il fortunato romanzo L’aggiustatore di libri (Les Flâneurs, 2020), torna a raccontarci la vita per fotogrammi, spaziando da cartoline italiane degli anni Settanta a quadranti indefiniti di terre del sud, dove tutto è possibile. Il tempo si fa canto e bivio in questi dodici racconti, piccole scatole in cui si avverte una sospensione del caso, una possibilità che persino il lettore può afferrare perché la vita di tutti è fatta di sliding doors, di quello che è e di quello che può essere, e con un pizzico di nostalgia di quello che sarebbe potuto essere. Tutto diventa presentimento: indizio di quel che si può incarnare in un futuro o addolcire in un passato rievocato, ma forse mai pienamente vissuto. L’amore è inteso come destinazione, missione d’aderenza alla vita, amori molteplici: il calcio, l’azzurro di certe gioventù, le donne che sono sempre fatali, il lavoro, l’ufficio. Tutto è materia di scrittura, tutto viene filtrato dalla lente luminosa di questo scrittore brindisino». (Dalla prefazione di Clara Nubile)

BIOGRAFIA

Michele Bombacigno
è nato e vive a Brindisi. Ha esordito con il racconto lungo La pantofola d’oro (Hobos Edizioni, 2004), cui è seguita la raccolta Fortuna che la palla è tonda (Hobos Edizioni, 2006), con la quale ha conseguito il premio “Sport e Cultura” del CONI di Brindisi. È presente in diverse antologie, della maggior parte delle quali è stato anche curatore. Suoi racconti e recensioni sono stati pubblicati su quotidiani e riviste. Nel dicembre del 2020 ha pubblicato il romanzo L’aggiustatore di libri (Les Flâneurs Edizioni). È citato nel volume Letteratura del Novecento in Puglia – 1970-2008, a cura di Ettore Catalano (Progedit, 2009). Svolge anche attività di editing e correzione di bozze.

News dal network

Promo