Nuovo ospedale Monopoli-Fasano, Amati: “Impresa dichiara fine lavori ma manca qualche milione. Come previsto

64 Visite

« In attesa del rinnovo contrattuale 2022/2024, la Cisl FP del Comune di Taranto ha chiesto ed ottenuto dal Comune di Taranto l’erogazione dell’anticipo contrattuale nella busta paga con valuta 22 dicembre 2023, così come prevede DL “Anticipi”, con risorse proprie di bilancio.

«Abbiamo portato a casa il risultato che nessuno si attendeva, afferma Fabio Ligonzo, Segretario Aziendale della Cisl FP: le risorse necessarie per dare agli oltre 750 dipendenti del Comune di Taranto l’anticipo contrattuale 2024 (pari a 6,7 volte l’indennità di vacanza contrattuale), grazie alla nostra concretezza e responsabilità nonché con il supporto dei dipendenti della direzione Risorse Umane, abbiamo conquistato una misura importante per dare sostegno al potere di acquisto di lavoratori e famiglie.

«Trattasi di una misura importante e che la CISL Nazionale ha fortemente voluto: un cambio di passo rilevante, nell’atteggiamento del Governo nei confronti dei dipendenti pubblici, lavoratori penalizzati dall’assenza (ormai quasi biennale) del contratto di lavoro della propria categoria.

«I lavoratori delle Amministrazioni centrali, delle Funzioni locali, della Sanità, della Scuola, dell’Università e della Ricerca avevano visto infatti stipulare con un certo ritardo il CCNL del triennio 2019-2021, restando poi in attesa di incrementi che invece avevano registrato, fino ai giorni scorsi, il solo stanziamento dell’indennità di vacanza contrattuale.
Il nostro impegno, conclude Ligonzo, non si esaurisce con questo importante primo passo. Vogliamo infatti un nuovo approccio al lavoro pubblico, con la scomparsa del ricorso al precariato, nuovi più snelli ed efficaci sistemi di reclutamento, adeguata e continua formazione, defiscalizzazione dei premi di risultato e maggiori tutele per i dipendenti che ogni giorno, con la propria abnegazione, assicurano servizi di qualità a cittadini ed imprese
».

News dal network

Promo