Sanità pugliese, gruppo FdI: “Emiliano metta mano al portafogli”

60 Visite

«Per quanto comprensibile il giubilo del presidente Emiliano, è bene ricordargli e precisare, a beneficio di tutti i cittadini pugliesi, che se la Regione Puglia non implementerà nel bilancio di previsione con fondi propri il capitolo relativo alla sanità, è perché il Governo Meloni, il Ministero della Salute, hanno fatto la propria parte decisiva, andando ad aumentare i fondi a disposizione per quel che concerne i rinnovi contrattuali e l’abbattimento delle liste di attesa».

Lo affermano i consiglieri regionali di Fratelli d’Italia: Francesco Ventola, Luigi Caroli, Giannicola De Leonardis, Antonio Gabellone, Renato Perrini e Michele Picaro, che aggiungono: «C’è piuttosto da auspicare, per l’immediato futuro, che il governo regionale di centrosinistra non cerchi poi alibi per giustificare la propria evidente scarsa capacità di garantire ai cittadini pugliesi una sanità che sia davvero efficiente».

«Quotidianamente, infatti, denunciamo tutte le criticità che, da Nord a Sud della Puglia, caratterizzano il comparto sanitario in ogni sua sfaccettatura: dai cantieri infiniti dei nuovi ospedali alla paurosa carenza di personale che, sovente, si ripercuote sulla capacità di garantire assistenza in tanti reparti di troppe strutture ospedaliere, fino alla intollerabile presa d’atto che ci sono ancora migliaia di cittadini della nostra regione che non possono contare su tempistiche degne di un paese civile quando si tratta di diagnostica»
, concludono i consiglieri regionali di Fratelli d’Italia.

News dal network

Promo