Regione, ok al regolamento per l’istituzione dell’albo e del marchio delle società benefit di Puglia

56 Visite

E’ stato espresso all’unanimità, in IV Commissione, il parere favorevole alla deliberazione n. 1828 del 07/12/2023 (“Approvazione del regolamento regionale di attuazione della l.r. 12 agosto 2022, n. 18 recante ‘Istituzione dell’Albo regionale delle società benefit e del relativo marchio’. Indirizzi sugli incentivi alle società benefit regionali”.

La Commissione IV Industria, Commercio, Artigianato, Turismo etc., presieduta da Francesco Paolicelli, ha ascoltato i dirigenti di Sezione afferenti al settore Competitività della Regione Puglia, Giuseppe Pastore e Silvia Visciano.

Il regolamento approvato dalla Giunta regionale fa seguito all’approvazione della legge 18 del 2022 che ha introdotto norme finalizzate a favorire e incentivare la diffusione, sul territorio regionale, di società benefit, così come definite dalla legge nazionale del 2015 che ha determinato la qualifica giuridica per permettere alle società di capitali di perseguire scopi di beneficio comune, atti ad avere un impatto positivo sulla società civile e sull’ambiente. Secondo la definizione normativa tali società coniugano il perseguimento del profitto con la produzione di valore aggiunto sociale mediante modelli di business sostenibili e inclusivi.

Al momento le società benefit in Puglia non sono più di un centinaio. Con l’introduzione dell’albo e del relativo marchio si aspira a incrementarne il numero e l’interazione anche per la diffusione di buone prassi e di un nuovo approccio imprenditoriale.

Il regolamento disciplina i requisiti e le modalità per l’iscrizione e la tenuta dell’Albo regionale delle Società benefit di Puglia (Sbp), aventi sede legale e/o sede operativa in Puglia, l’attribuzione e l’uso del marchio regionale, gli interventi in loro favore e la costituzione di hub territoriali.

Sono previste tre fasce di iscrizione: start up innovative, società benefit partecipate da enti pubblici e altre società benefit e per tutte vengono indicati requisiti necessari e cause di cancellazione.

A favore delle società iscritte sono previste varie azioni, tra queste:

bandi di finanziamento pubblicati dalla Regione Puglia contenenti specifiche premialità in favore delle società iscritte all’Albo che possono consistere in uno dei seguenti sistemi: i) preferenza in graduatoria; ii) attribuzione di punteggio aggiuntivo; iii) riserva di quota delle risorse finanziarie allocate; iv) aumento dell’intensità di aiuto concessa;

bandi di gara, avvisi o inviti che prevedono criteri premiali da applicare alla valutazione dell’offerta in relazione alla valutazione dell’impatto generato
interventi formativi e di sensibilizzazione a favore delle realtà produttive pugliesi, in relazione al tema delle società benefit, promossi anche in collaborazione con le Università del territorio, i Centri di Ricerca, i Distretti e gli Enti bilaterali;

interventi formativi e di comunicazione
promozione, anche mediante specifiche misure, di forme di partenariato tra il Terzo settore
valorizzazione delle società benefit negli avvisi che prevedano incentivi all’occupazione e nei bandi e negli interventi che prevedano la messa a disposizione di edifici o di aree non utilizzati dalle amministrazioni pubbliche

Viene inoltre istituito uno sportello virtuale per offrire informazioni e prima consulenza alle società che intendano assumere la qualificazione giuridica di società benefit o che intendano iscriversi all’Albo e, infine, si istituisce un premio annuale per le migliori relazioni annuali concernenti il perseguimento del beneficio comune.

News dal network

Promo