Francavilla Fontana, revoca concorso Polizia locale. L’ex parlamentare Curto: “Immorale”

84 Visite

Fa discutere a Francavilla Fontana, in provincia di Brindisi la revoca del bando per l’assunzione dei nuovi agenti di Polizia locale. 

In centinaia avevano aderito a quel bando fiduciosi un giorno di indossare la divisa del comando di polizia locale. Ora, con la revoca della gara, risposta dagli uffici su impeto dell’amministrazione comunale, quei sogni e quelle speranze vanno in frantumi per rimpolpare l’organico, evidentemente insufficiente del corpo di Francavilla Fontana si attingerà dalle graduatorie di altri comuni e per qualcuno? Per l’ex senatore Curto, la questione diventa morale .

Queste le parole dell’ex parlamentare Euprepio Curto «Io mi chiedo se sia giusto, io mi chiedo se sia equo, io mi chiedo se sia etico, io mi chiedo se sia morale. Quando saranno assunti dalle altre graduatorie gli 8 vigili, il 90% dei vigili di Francavilla Fontana non saranno francavillesi. Mi sembra una un’anomalia talmente grave da dover essere necessariamente sottolineata».

Questa la spiegazione della revoca del sindaco Antonello Denuzzo «naturalmente mi spiace per le aspettative di tutti quanti hanno proposto la loro domanda di partecipazione al concorso, mi rendo conto che di questi tempi la questione è importante da quel punto di vista. D’altra parte noi abbiamo l’urgenza di implementare l’organico della polizia locale di Francavilla Fontana e di portare il prima possibile il numero di agenti che sia in linea con le dimensioni della città, con il numero di residenti in questa città. L’interesse prioritario dell’amministrazione comunale è quello di garantire al comando un numero adeguato di agenti» (Fonte e foto antennasud)

News dal network

Promo