A San Michele Salentino una raccolta di poesie in vernacolo

105 Visite

Nel cuore del dialetto si cela l’anima di una comunità, un tesoro linguistico che racchiude la storia di un paese, le sue tradizioni, e le immagini indelebili di un passato che risuonano ancora oggi. 

Grazie a don Pino Nigro, parroco nella Chiesa Santa Maria Goretti a Serranova e sanmichelano doc, questa magia prende vita attraverso la sua raccolta di racconti e poesie intitolata “Lu tiemp iet piccin”.

L’appuntamento per immergersi in questo viaggio nel passato è fissato per venerdì 26 gennaio alle ore 19.00 presso la Pinacoteca-Biblioteca “S. Cavallo” di via Pascoli a San Michele Salentino. Don Pino, con il suo profondo legame con la terra d’origine, si è rivelato un abile custode di episodi e momenti indimenticabili che plasmano l’identità della comunità.

L’incontro, organizzato dall’Amministrazione comunale, vedrà i saluti istituzionali del sindaco Giovanni Allegrini e della consigliera comunale e provinciale Rosalia Fumarola. Durante la serata, i presenti avranno il privilegio di ascoltare i versi dialettali, resi vivi dalla voce di don Pino e del pubblico partecipe. 

Sarà un’occasione unica per immergersi nelle radici profonde di San Michele Salentino, una celebrazione della ricchezza linguistica e culturale che caratterizza questa affascinante comunità.

News dal network

Promo