Centro Antiviolenza di Brindisi. Bruno: “La chiusura del presidio e quel bacio del vicesindaco Oggiano, sono una vergogna”

48 Visite

Segue nota del consigliere  regionale del Pd, Maurizio Bruno:

“Quel bacio al volo carico di strafottenza e arroganza rivolto dal vicesindaco di Brindisi Massimiliano Oggiano, alle donne che protestano contro la chiusura del Centro Antiviolenza, è quanto di più volgare e squallido si possa immaginare.

“Mentre tutta Italia si interroga su come incrementare la sicurezza delle donne, sempre più vittime della violenza maschile, a Brindisi si decide di chiudere un Centro che le donne le protegge e accoglie da anni.

“Chiudere quel centro non significa solo cancellare un presidio contro la violenza nel nostro capoluogo.

Ma significa anche lasciare senza lavoro chi per quel Centro ha dato tutto.

“Questa mattina, Cgil, Pd, associazioni e movimenti hanno manifestato contro la chiusura.

“E l’amministrazione comunale, anziché esserci, anziché ascoltare le testimonianze tragiche di chi lì ha trovato protezione e calore, ha pensato bene di convocare una conferenza stampa tramite il suo vicesindaco Oggiano.

“E cos’ha fatto Oggiano per sbeffeggiare la platea che chiede solo di conservare quel presidio?

Ha pensato bene di sbeffeggiare quelle donne salutandole con un bacio.

“Le istituzioni comunali dovrebbero prendere non solo le distanze da un simile gesto, ma dissociarsi in ogni modo da un politico che usa simili provocazioni in un contesto tanto drammatico e delicato, quale è quello della violenza contro le donne.

“Non si può accettare la chiusura del Centro e non si può tollerare la volgarità di quel gesto.

Devono solo provare vergogna, se ancora ne sono capaci».

News dal network

Promo