Autismo, Perrini e Scalera: “Vigileremo affinché la Regione sostenga i Cat”

45 Visite

Nota dei consiglieri regionali Renato Perrini di Fratelli d’Italia e vicepresidente della Commissione sanità e Antonio Scalera (La Puglia Domani) vice presidente della Commissione ambiente, a seguito delle mozioni e della richiesta di audizione presentata in Commissione sanità e all’assessore alla sanità, Rocco Palese.

«A margine della Terza Commissione abbiamo affrontato il nodo del Cat (Centro territoriale per l’autismo) con riferimento all’attuazione del Regolamento regionale n. 9/16 “Rete assistenziale territoriale sanitaria e socio sanitaria per i disturbi dello spettro autistico. Definizione del fabbisogno e dei requisiti organizzativi, tecnologici e strutturali”. Il caso del Cat di Mottola è importante perché è strategico rispetto alla provincia jonica e sta assumendo estrema rilevanza in quanto i casi di autismo aumentano in modo progressivo. In qualità di vicepresidente della Commissione Sanità: insieme al consigliere regionale Antonio Scalera, abbiamo denunciato i ritardi con i quali si sta procedendo. 

In particolare abbiamo evidenziato la necessità di dare risposte alle numerose segnalazioni che giungono dalle famiglie dei ragazzi autistici per le liste d’attesa che oscillano tra gli otto mesi e due anni. Il personale impiegato nei centri di assistenza territoriale è insufficiente. Lo sono gli psichiatri e neuropsichiatri infantili. Non si può lasciare che, in caso di sospetto autismo, passi tanto tempo per procedere ad una diagnosi. È necessario lavorare sulla corretta presa in carico, la diagnosi precoce, l’inclusione lavorativa e la collaborazione tra istituti scolastici e la rete di assistenza dedicata. Il direttore del Dipartimento Salute Vito Montanaro ha garantito l’attenzione della Giunta regionale sul tema, che ha trovato una prima risposta nel bilancio di previsione 2024, con lo stanziamento di un milione di euro per le patologie dello spettro autistico, sia con riferimento ai rimborsi con metodo Aba, sia per i centri per l’autismo. L’impegno delle risorse sarà prodotto nel corso dei prossimi giorni.

Continueremo a vigilare e monitorare affinché le strutture vengano dotate degli strumenti a sostegno del benessere emotivo dei ragazzi autistici e delle famiglie che quotidianamente sono sottoposte ad un forte carico di stress».

News dal network

Promo