Brindisi: condanna definitiva per usura ed estorsione, confisca denaro

62 Visite

Dopo la sentenza definitiva per usura ed estorsione i finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Brindisi, al termine di investigazioni di natura economico-patrimoniale, hanno eseguito un decreto di confisca del profitto del reato a carico dell’uomo condannato di circa 22.000 euro. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Brindisi – Ufficio Esecuzione Penale.

Dalle indagini erano emersi diversi e ripetuti episodi di usura. L’uomo aveva prestato la somma complessiva di 8.500 euro alla vittima, del cui stato di bisogno era a conoscenza, pretendendo la restituzione della somma di 30.000 euro, quindi, con un tasso di interesse annuo superiori al 110%. Le indagini patrimoniali hanno evidenziato una disponibilità significativa sui conti correnti intestati all’uomo condannato. Le somme confiscate costituiscono il profitto del reato, fino alla concorrenza dell’importo di 22.000 euro.

News dal network

Promo