L’audizione in Commissione regionale della CGIL Puglia sulla povertà da lavoro

29 Visite

Il tema della povertà da lavoro all’attenzione della VI Commissione, presieduta da Lucia Parchitelli.

Su richiesta della Cgil Puglia si è svolta l’audizione per l’avvio di un percorso di rafforzamento delle politiche regionali di welfare in tema di povertà da lavoro.

A tal proposito è intervenuta la Segretaria generale Cgil Puglia Marialuigia Bucci, la quale ha evidenziato la necessità di porre all’attenzione delle istituzioni il tema dell’emergenza delle povertà da lavoro che vanno identificate in un quadro economico nazionale, rimarcando il fatto che pur avendo un mercato del lavoro dinamico fatto di contratti precari, i lavoratori sono poveri ed hanno una povertà salariale molto importante. Da qui, dunque, la proposta della Cgil Puglia di costituire un osservatorio regionale sulle povertà da lavoro, inteso come strumento importante e come luogo di analisi, ricerca e indagini culturali e socio-economiche, per mettere in evidenza i punti critici. Obiettivo comune è di contrastare la povertà salariale. Il sindacato lo può fare attraverso la contrattazione aziendale con le imprese, ma è fondamentale anche il ruolo delle imprese per avere una fotografia chiara del quadro regionale. Agire un’azione comune rispetto alle povertà da lavoro significa agire di contrasto alle povertà ma significa anche agire in comune impegno rispetto ai temi della legalità e dell’antimafia sociale. 

Quindi, l’Osservatorio regionale delle povertà da lavoro sarebbe un luogo dentro cui fare analisi, studio e ricerche del fenomeno. Serve però una concertazione con obiettivi comuni, per poter essere uno strumento di supporto e contrasto alla povertà salariale. La Puglia potrebbe essere ancora una volta un punto di avanguardia rispetto alle proposte e agli strumenti che si è in grado di praticare. 

Per il centro studi e ricerche della Cgil Puglia è intervenuta Francesca Abbrescia, per ribadire che un’analisi scientifica ed obiettiva che si avvale del contributo della ricerca, possa portare ad avere elementi scientifici alla politica e al legislatore, per offrire un’analisi oggettiva che induca a definire politiche di welfare e di sostegno al lavoro, considerato che è una delle questioni fondamentali della Regione Puglia.  

L’iniziativa promossa dalla Cgil è stata ritenuta un importante punto di partenza per la presidente Parchitelli e per i consiglieri Ciliento e Lopalco, un organismo tecnico per poter approfondire il tema relativamente alle cause che generano il fenomeno. Un organismo che però deve essere indipendente e quindi utile ad analizzare i numeri prevedendo un supporto economico senza essere influenzato dalla politica.

La presidente Parchitelli ha concluso il punto in discussione, con l’impegno di portare avanti il tema del lavoro povero ponendolo al centro dei lavori della Commissione. In più, la proposta dell’Osservatorio potrà essere disciplinata tramite una proposta di legge partecipata o con un emendamento a leggi già esistenti. Questo sarà oggetto di approfondimento e di confronto con l’Assessorato al lavoro.

News dal network

Promo