Puglia: il 4 aprile al via tour regionale di presentazione avviso pubblico Impresa possibile

26 Visite

Prende il via il prossimo 4 aprile il tour di presentazione del bando ‘Impresa possibile’ – assessorato al Welfare della Regione Puglia – che attraverserà le sei province pugliesi. L’Avviso, operativo dal 05 aprile, prevede una dotazione finanziaria di 7 milioni di euro (PR Puglia Fesr-Fse+ 2021-2027), ed è finalizzato a creare impatto sociale ed economico nella comunità di riferimento attraverso l’inclusione sociale e/o socio-lavorativa.

Il primo appuntamento si svolgerà a Bari giovedì 4 aprile alle ore 16 nell’Aula Contento del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro (piazza C.Battisti). Si prosegue a Foggia, mercoledì 10 aprile alle ore 16 nella Sala del Consiglio di Palazzo Dogana in piazza XX Settembre, 22. Terza tappa a Lecce venerdì 19 aprile alle ore 16 nel Museo Castromediano in viale Gallipoli, 31. Si continua a Brindisi martedì 23 aprile alle ore 16 a Palazzo Guerrieri in via Congregazione. Quinta tappa a Taranto lunedì 29 aprile alle ore 16 nella Sala Conferenze in Via Duomo, 259 Dipartimento Jonico – Università degli studi di Bari. Il tour si concluderà ad Andria lunedì 6 maggio alle ore 16 nel Food Policy Hub ℅ Chiostro di San Francesco in via S. Francesco 15.

In ogni incontro interverranno, per i saluti istituzionali, l‘assessora regionale al Welfare Rosa Barone, la direttrice del Dipartimento Welfare Regione Puglia Valentina Romano, la dirigente di sezione Benessere sociale, innovazione e sussidiarietà Regione Puglia Laura Liddo, il commissario straordinario di Arti – Agenzia regionale per la tecnologia e l’innovazione – Alfonso Pisicchio, e un rappresentante dell’Ente ospitante. Ai partecipanti verranno forniti i dettagli del bando “Impresa Possibile”, finalizzato a selezionare proposte progettuali per la realizzazione di interventi di sostegno all’avvio e al rafforzamento delle imprese sociali. Sarà presentata in anteprima la guida dedicata alle imprese sociali a cura di Arti e sarà possibile ascoltare le testimonianze di due organizzazioni che hanno deciso di puntare sull’impresa sociale.

“L’Avviso ‘Impresa Possibile’ – spiega l’assessora al Welfare Rosa Barone – coniuga due aspetti importanti: promuovere l’inclusione sociale e generare economia e opportunità di sviluppo. Puntare sul progresso sociale vuol dire dare un nuovo sviluppo al territorio. Abbiamo voluto organizzare questo tour informativo con Arti per dare modo di scoprire le possibilità offerte dall’Avviso che, lo ricordo ha una dotazione di 7.000.000 di euro. In Puglia sono 2316 le imprese sociali: vogliamo sostenerle e implementarle.”

«Stiamo lavorando – aggiunge la direttrice del dipartimento Welfare della Regione Puglia Valentina Romano per un welfare che riesca sempre più a rispondere ai nuovi bisogni della società. Un percorso che portiamo avanti da tempo, in cui si inserisce perfettamente il bando ‘Impresa Possibile’ finalizzato non solo a sostenere le imprese sociali, ma anche a crearne di nuove, contestualmente favorendo l’autoimpiego delle persone marginalizzate. I progetti da presentare devono riguardare settori fondamentali per il benessere delle persone, che vanno dai servizi sociali innovativi al welfare culturale, dall’agricoltura sociale al turismo accessibile e inclusivo fino dalla promozione dell’invecchiamento sano e attivo. Vogliamo stimolare processi di innovazione sociale, che generano impatti positivi sui territori, posti di lavoro e un nuovo modo di fare impresa, che sia attento all’impatto sociale generato dall’attività».

«Insieme a Regione – afferma il commissario straordinario di Arti Alfonso Pisicchio – supportiamo le idee innovative, sostenibili e gentili, attraverso impresa possibile dedicata, in modo particolare, alle donne e a chi ha storie di un passato difficile e fragile. Arti offre loro supporto strategico, mentoring e accesso a reti di contatti cruciali per rendere concrete le idee dei talentosi di Puglia. Vogliamo essere quel ‘sogno nel cassetto’ che finalmente si apre e che permette di osare e perseguire le proprie passioni regalando una reale opportunità di futuro e benessere. Vogliamo trasmettere la convinzione che nessun obiettivo è troppo ambizioso e nulla è impossibile per chi ha il coraggio e la determinazione di credere nel proprio sogno imprenditoriale, con in più la consapevolezza di sostenere le fasce più fragili della comunità a partire dalle donne vittime di violenza e continuando con chi ha da raccontare un’ idea vincente nonostante un passato difficile. Ecco perché non stiamo solo lanciando un programma di sostegno alle startup, con un’opportunità tangibile, ma stiamo anche inaugurando un nuovo capitolo gentile nella storia della nostra Regione caratterizzato dall’ascolto, dall’accoglienza e da politiche di reale inclusione».

News dal network

Promo