Giovani in Biblioteca Progetto “C6?.! Le 6 C”

66 Visite

Avviso pubblico del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale della Presidenza del Consiglio dei ministri

La Teca del Mediterraneo – Biblioteca del Consiglio regionale della Puglia, ha partecipato all’avviso pubblico “Giovani in Biblioteca” del Dipartimento per le Politiche Giovanili e il servizio civile universale della Presidenza del Consiglio dei ministri, diretto alla realizzazione di azioni volte a favorire e sostenere la creazione di spazi di aggregazione destinati alle giovani generazioni nei quali promuovere attività ludico-ricreative, sociali, educative, culturali e formative, per un corretto utilizzo del tempo libero, con il progetto “C6?.! Le 6 C”, che è stato ammesso a finanziamento.

Il progetto si articola in un percorso di formazione alla cittadinanza attiva (30 incontri) che ha luogo negli spazi della Teca del Mediterraneo, sita preso il palazzo del Consiglio regionale della Puglia in via Gentile, 52 a Bari, e che diventa anche occasione di incontro, socializzazione ed opportunità di crescita personale attraverso la possibilità di avvalersi del grande patrimonio librario della Biblioteca, unitamente al supporto di bibliotecari professionisti e specializzati, in modo che i giovani tornino a vivere le biblioteche come luogo di incontro, cooperazione, conversazione, confronto sulla conservazione e sulla valorizzazione della memoria.

La lettura, la comprensione e la rielaborazione dei libri rappresentano strumenti imprescindibili per la formazione di giovani cittadini consapevoli e attivi, che siano in grado di realizzarsi umanamente e professionalmente, abbattendo ogni barriera e diseguaglianza.

Destinatari del progetto sono giovani tra i 18 ed i 25 anni, studenti di scuola superiore, universitari, giovani imprenditori, lavoratori e non occupati. 

Il progetto ha l’obiettivo di pertanto di condurre ogni giovane alla presa di coscienza di sé e del suo potenziale, intende spronarlo ad essere cittadino attivo, a rafforzare la sua riflessione critica sui temi di interesse comune. I giovani sono le idee e sono l’immaginazione: ecco perché sono i protagonisti, non i destinatari di questo progetto. L’ascolto attento delle proposte delle nuove generazioni è il cuore pulsante che lo rende unico.

Partner dell’iniziativa sono la Fondazione Gianfranco Dioguardi di Bari, Faber City Cooperativa di Comunità di Alberobello, “Aiga Associazione Italiana Giovani Avvocati sezione di Bari”, eLabora Cooperativa di Comunità di Galatone ed “Ipsaic – Istituto Pugliese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea” di Bari.

I partner presentano competenze sui temi oggetto degli interventi formativi quali il lavoro e l’imprenditorialità, la corruzione, la legalità, il decoro urbano, l’energia, il digitale, l’economia circolare, l’ambiente, il consumo consapevole, la salute pubblica, ma anche i personaggi esemplari e gli eventi storici del territorio, la sessualità e il rispetto delle minoranze, il volontariato e il sociale, lo sport, il benessere e la corretta alimentazione, la vita universitaria e i rapporti con il mondo del lavoro, la buona politica.

La scelta dei temi da approfondire volutamente non è predefinita, ma sarà costruita gradualmente con il supporto dei partner di progetto (per quello coinvolti in relazione alle loro professionalità e esperienze specializzate per materia) ma soprattutto dalle richieste e interesse dei partecipanti, e delle associazioni giovanili.

C6? (da leggersi “Ci sei?”) indica la prima fase del progetto, in cui si cerca di stimolare la mente dei ragazzi, spesso distratta dai tempi frenetici della vita quotidiana, dai ritmi della scuola e dell’università, dalla famiglia, dal bombardamento mediatico dei social.

Dal dubbio si passa all’affermazione “C6.” (da leggersi Ci sei.). Un punto fisso, un punto di ancoraggio, una certezza da cui partire.

Fino a giungere al C6!, (da leggersi “Ci sei!”) inteso come arrivo, come conquista, come traguardo per nuove sfide. Dall’aspetto personale del C6, si passa poi a “Le 6C”, la prospettiva opposta che offre la dimensione sociale:

Consiglio regionale della Puglia impegnato per far acquisire le 

Conoscenze utili per

Capire e leggere l’attualità e le

Capacità per diventare

Cittadini

Le 6C rappresentano anche i sei capoluoghi di provincia della Regione Puglia (Città metropolitana di Bari, Foggia, Barletta-Andria-Trani, Taranto, Brindisi e Lecce). Tutta la Puglia viene coinvolta, atteso che questo progetto prevede che le città siano raggiunte fisicamente da un servizio bus navetta, al fine di coinvolgere negli incontri in presenza tutti gli interessati. Inoltre la Biblioteca, benché abbia la propria sede a Bari, dispone di servizi digitali, è integrata in reti bibliotecarie e si avvale di rapporti di collaborazione con associazioni che le permettono di raggiungere l’intero territorio regionale.

La parte grafica del logo del progetto, che sovrasta il testo “C6? Le 6C”, raffigura un libro aperto. Si vuole rappresentare l’idea della biblioteca come luogo di dialogo e di conoscenza.  Un posto dove le occasioni di incontro si moltiplicano e si intrecciano, dove i giovani si aprono a nuove relazioni. I colori rappresentano il celeste del cielo che richiama il concetto di progettualità e creatività, il giallo del sole che simboleggia la socializzazione e la condivisione, il verde che ispira consapevolezza e libertà, ma anche la speranza che guida il cammino dei giovani. 

Il logo C6 riprende il claim del Dipartimento per le politiche giovanili: «Siamo aperti per darvi più spazio». Il concept del logo del Dipartimento per le Politiche Giovanili vede la biblioteca come luogo di dialogo, di incontro, di conoscenza. Il segno rappresenta un libro che si interseca con un baloon. Conoscenza che diventa parola. Due punti che rappresentano due persone che tra di loro interagiscono. 

La partecipazione a ogni singolo evento è gratuita, previa iscrizione sul sito https://biblioteca.consiglio.puglia.it/programma-e-iscrizione, da effettuarsi per motivi organizzativi entro 3 giorni prima ogni appuntamento. Sul sito è anche possibile visionare tutte le attività del progetto.  

La specificità del percorso è strettamente connessa ai servizi bibliotecari valorizzata da apposite sessioni di corsi di Infomation literacy.

Ogni incontro inizia alle ore 16.00 con l’intervento di importanti relatori ed esperti sull’argomento del giorno; sono previste poi attività laboratoriali sui libri, e la possibilità di consultare i tanti libri a disposizione, anche sugli altri temi. 

Le attività formative e laboratoriali sono seguite da momenti di socializzazione con degustazioni e intrattenimento musicale, con il coinvolgimento di band giovanili. Il termine delle attività è previsto alle ore 20.00

News dal network

Promo