Splendido: “Bene la proposta del consigliere Mennea, un presidio contro la corruzione”

56 Visite

«Ho voluto dedicare l’importante traguardo che i colleghi consiglieri mi hanno consentito di conseguire, ossia presiedere la settima Commissione consiliare, cosa che faccio per ogni traguardo professionale e politico, ai miei genitori, papà muratore e mamma casalinga, che con i loro sacrifici mi hanno consentito di essere quello che sono, ed a mia moglie che quotidianamente mi accompagna, devo tutto a loro. Guidare i lavori della settima commissione è un onore  e spero di essere all’altezza del compito assegnato».

Così il consigliere Joseph Splendido ha dato avvio ai lavori della settima commissione per la prima volta da presidente. «Sono lieto di aver condotto all’approvazione senza alcuna opposizione e intoppi di sorta la proposta di legge del consigliere Ruggero Mennea. Adesso sarà la seconda commissione in sede referente a deliberare nel merito. La pdl del collega Mennea, pone un punto fermo sul piano della lotta delle istituzioni ai reati contro la pubblica amministrazione in rapporto soprattutto all’uso illecito delle risorse pubbliche».

Splendido prosegue: «si tratta di fare riferimento ad un modello di gestione e controllo, peraltro fatto proprio già da due Regioni come Calabria e Abruzzo, in relazione alla responsabilità amministrativa negli enti pubblici come le Regioni; chiunque interloquisce con la Regione e chiede a nome di aziende private, partecipate o fondazioni di utilizzare risorse pubbliche deve sottoporsi a sistemi di controllo interni».

«In un contesto così difficile e problematico, questa proposta può rappresentare un presidio di legalità, un mezzo di prevenzione contro la corruzione» – ha concluso il presidente Splendido.

News dal network

Promo