«L’Italexit continua e alla fine vincerà!», molta puglia alla presentazione del neonato movimento politico

36 Visite

Anche una folta rappresentanza pugliese capitanata dall’Avv. Marcello Mariella, coordinatore regionale del “Movimento per l’Italexit”, neonata formazione politica che raccoglie attivamente l’eredità di tutti quelli che vogliono l’uscita dell’Italia dall’Unione Europea (Italexit), era presente sabato scorso 6 aprile 2024 al Teatro Quirino di Roma dove è stata presentata, per la partecipazione alle prossime elezioni europee, la lista “Libertà”, composta da 19 forze politiche tra cui anche il “Movimento per l’Italexit”. Si tratta di 19 soggetti diversi, ognuno con la propria genesi e la propria storia ma tutti uniti, per l’occasione, dallo stesso obiettivo: Meno Europa Europa e più Italia.

Ci troviamo, con tutta evidenza, di fronte ad un autentico esercizio di Democrazia, che dà la possibilità ad ogni simbolo di poter rappresentare la propria storia ed essere interprete del proprio messaggio, all’interno però di un ampio fronte elettorale che ambisce all’ingresso in Europa per scardinarne dall’interno i perversi meccanismi che hanno trasformato l’idea primigenia di un’Europa dei Popoli, nell’europa dei potentati economici e delle multinazionali.

Gli elementi comuni denominatori del progetto messo in piedi per la partecipazione alle prossime elezioni europee risiedono: 1) nel professare e promuovere la pace e la cooperazione per un’Europa che, nella mente dei Padri Promotori, doveva essere il primo grande baluardo contro ogni guerra; 2) nel ritornare ad essere uno Stato Sovrano, che cessi di subire le imposizioni legislative e lobbistiche di Bruxelles, preservando la propria identità economica e sociale;  3) nella necessità di superare le regole del patto di stabilità “conditio sine qua non” per poter tornare a promuovere politiche anticicliche; 4) nella necessità di ridurre, all’interno della comunità nazionale, le disuguaglianze attualmente esistenti tra territori e cittadini; 5) nel garantire la Libertà economica per le imprese italiane, promuovendo un serio contrasto alla concorrenza sleale tra paesi europei, per eliminare definitivamente i paradisi fiscali e per eliminare l’elusione fiscale delle grandi multinazionali.

News dal network

Promo