L’area marina protetta di Torre Guaceto diventa un Parco inclusivo

51 Visite

L’area maria protetta di Torre Guaceto, (in provincia di Brindisi) è ora riconosciuta anche come Parco inclusivo 2024 conferito da Fiaba Onlus e Federparchi, nell’ambito del concorso fotografico Obiettivo Terra promosso da Fondazione UniVerde e Società Geografica Italiana Onlus, che premia la migliore area protetta italiana in tema di accessibilità da parte delle persone con disabilità.

La cerimonia di premiazione si è tenuta a Palazzo Valentini, a Roma, in occasione della Giornata Mondiale della Terra.

«L’ente si è distinto – si legge nella motivazione – per il suo impegno ad attuare il principio solidale di mettere la persona al centro senza discriminarne la condizione».

A premiare il presidente del consorzio di Torre Guaceto, Rocky Malatesta, è stato il presidente di Fiaba onlus, Stefano Maiandi.

«L’assegnazione del premio è per noi motivo di grande orgoglio e commozione. Questo riconoscimento – ha dichiarato Malatesta – premia 20 anni di impegno profuso dal Consorzio di Gestione di Torre Guaceto sia sul fronte della tutela, sia su quello dei servizi inclusivi. Lavoriamo quotidianamente affinché l’area protetta possa essere vissuta appieno da tutti senza discriminazioni di alcun tipo. L’inclusività è il nostro mantra».

«Il nostro lido e i servizi gratuiti per la fruizione egualitaria del bene mare ci hanno portato a conquistare questo prestigioso premio. Siamo – ha concluso – immensamente onorati e sentiamo forte anche la necessità di un costante miglioramento dei servizi che offriamo. Abbiamo un dialogo assiduo con le associazioni che operano nel mondo della disabilità». (Fonte: ansa)

News dal network

Promo