Bari: nuovo scontro su data audizione Emiliano in Antimafia, botta e risposta Verini-Colosimo

64 Visite

Nuova polemica in Commissione Antimafia sulla data dell’audizione del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano con un duro botta e risposta tra il senatore Pd Walter Verini e la presidente della Regione Chiara Colosimo.

«Penso sia ormai chiaro lo svolgimento dei fatti, dopo questa esposizione così ampia e impegnata”, ha detto Verini secondo il quale Emiliano non voleva sottrarsi all’Antimafia. “Basta a polemiche di infimo livello”, ha continuato Verini ricordando che Emiliano “aveva il consiglio regionale (per la discussione sulla mozione di sfiducia ndr) e ha fatto bene a tenere distinte le cose, poi la Commissione, secondo me con un eccesso, ha ritenuto di convocarlo il 2 maggio ma aveva un impegno di sostituire Fedriga (alla Conferenza delle Regioni ndr). La fissazione di questa giornata spazza via ogni polemica politica”. Verini ha poi fatto riferimento alle domande dei commissari nel corso dell’audizione: “C’è un rischio molto forte che questa Commissione, se continuano atteggiamenti che nessuno può impedire, rischi di trasformarsi in qualcosa di diverso, di diventare cassa di risonanza delle campagne elettorali: non usiamo la Commissione come una clava»

Alle parole di Verini ha ribattuto Colosimo precisando: «Io non intervengo sul merito degli interventi dei commissari ma sul metodo, senza mai levare la parola a nessuno”. Quanto alla convocazione di Emiliano ha replicato a Verini: “Mi preme sottolineare, e mi meraviglio di doverlo fare perché lei siede in ufficio di presidenza, che non è stata data ad Emiliano l’opzione 7 o 2 maggio in cui aveva un impedimento istituzionale. Sono state date alla segreteria 5 date e voi ne eravate pienamente informati perché fu deciso in ufficio di presidenza. Nessuno – ha concluso Colosimo – ha voluto mandare messaggi fuorvianti, le cose sono andate così e la data del 2 maggio è nata a seguito della lettura della lettera (inviata da Emiliano ndr). Su questo non voglio ritornare, ma non posso neppure far trapelare cose non vere».

News dal network

Promo