“Ostuni. Un’insospettabile presenza” protagonista al Salone del Libro di Torino – Ancora un grande successo per l’autore Luigi Del Vecchio

80 Visite

Il libro “Ostuni. Un’insospettabile presenza”, protagonista anche al Salone del Libro di Torino. Un successo previsto, ma che ha saputo andare anche oltre le più rosee aspettative, quello ottenuto dall’autore Luigi Del Vecchio, che ha presentato il suo primo libro davanti a un folto pubblico, in un’importantissima occasione internazionale quale il Salone del Libro di Torino, annunciando, con l’occasione, che presto andrà in stampa il sequel delle avventure del Commissario Vito Berlingieri.

Ancora un’importante tappa per la carriera artistica di Luigi Del Vecchio, che, però, non si ferma qui, in quanto sono già in cantiere dei nuovi progetti, in primis, oggi, un’intervista in presenza a Napoli, nella trasmissione Studio Mattina, su Canale 9 e la realizzazione di “Ostuni. Un’insospettabile presenza” come audiolibro, in collaborazione con il Centro Regionale Audiolibro Puglia. Il volume, le cui registrazioni, con la sua voce, sono in corso presso gli studi di Bari, sarà destinato ad una platea di oltre 3000 utenti iscritti, ciechi, ipovedenti e con difficoltà visive, o motorie, attraverso un’app.

Entusiasta l’autore Luigi Del Vecchio, il quale racconta di «Un’esperienza fantastica, quella che ho vissuto al Salone Internazionale del Libro di Torino, che mi ha fatto vivere un’emozione che, ancora oggi, a tre giorni di distanza, non riesco ancora a descrivere».

Ha spiegato Del Vecchio «Prima della presentazione di “Ostuni. Un’insospettabile presenza” ho girato per ore tra gli stand, rapito dai libri e dalla fiumana di gente che mi girava intorno. Spazi chiusi da cui uscivano le voci di autori importanti che parlavano del proprio libro, pubblico che applaudiva, file lunghissime per ascoltare i personaggi pubblici più famosi, scrittori internazionali pronti a firmare le copie, persone di ogni parte del mondo che sfogliavano le pagine, gli immancabili selfie. E, soprattutto, i colori, talmente tanti che, ho creduto di essere piombato all’improvviso nel mondo dei balocchi».

Ha proseguito «Poi è arrivato il mio turno, in uno stand del Padiglione 2. Gola secca per l’emozione, microfono in mano, la copertina del libro che scorreva sul display e poi via. A raccontare e parlare del mio libro, del Commissario Berlingieri e di Ostuniı. Un momento che non dimenticherò mai».

Ha sottolineato l’autore «È stato bellissimo. Al termine del mio intervento, per un attimo, ho chiuso gli occhi e ho capito che, di quell’immaginario mondo di balocchi così pieno di colori, facevo parte anche io».

E poi «Non finirò mai di ringraziare la mia casa editrice Viola Editrice, per avermi concesso il privilegio di rappresentarla al Salone del Libro di Torino».

Proseguono gli impegni dell’autore «Ovviamente, non mi fermo, in quanto sono alle prese con una nuova avventura. Ho scelto di donare la mia voce per un importante fine sociale, con “Ostuni. Un’insospettabile presenza” che diventerà un audiolibro in collaborazione con il Centro Regionale Audiolibro Puglia. Un’esperienza che mi rende felice ed orgoglioso, perché la cultura deve essere universale e fruibile da tutti».

Conclude Del Vecchio «Intanto, presto sarà in stampa il sequel di “Ostuni. Un’insospettabile presenza”, con il Commissario Vito Berlingieri, che, dopo l’arresto del serial killer di Ostuni, si troverà a ricominciare daccapo in una nuova sequenza di omicidi che faranno nuovamente tornare nel buio e nel terrore la Città Bianca. Come se nulla fosse cambiato rispetto a quel Natale del 2017».

News dal network

Promo