Open Fiber, a Cellino San Marco arriva la fibra ottica

55 Visite

Al via a Cellino San Marco il “Piano Italia a 1 Giga” finanziato con i fondi del PNRR per rendere disponibili i collegamenti Internet per abitazioni, attività commerciali e imprese. L’intervento di Open Fiber nel Comune in provincia di Brindisi prevede il cablaggio in modalità FTTH (Fiber To The Home, la fibra ottica fino a casa) di 1.758 civici distribuiti sul territorio che corrispondono a 1.909 unità immobiliari. I cantieri per la posa della fibra ottica interesseranno le zone espressamente indicate nel bando aggiudicato da Open Fiber.

La connettività in fibra ottica realizzata da Open Fiber può raggiungere la velocità di 10 Gigabit al secondo e permette di ottenere numerosi vantaggi grazie all’accesso ad una vasta gamma di servizi in rete, oltre a semplificare le relazioni tra cittadini e pubbliche amministrazioni, potenziare la didattica per gli studenti e migliorare la produttività e la competitività delle piccole e medie imprese.

Open Fiber e la sostenibilità

L’intervento su Cellino San Marco prevede il riuso di infrastrutture già esistenti e limiterà al minimo l’impatto e gli eventuali disagi per la comunità. Come nei cantieri aperti da Open Fiber in tutta Italia, gli scavi saranno effettuati privilegiando metodologie innovative e a basso impatto ambientale. Le potenzialità della tecnologia FTTH sono inoltre di fondamentale importanza anche in termini di ecosostenibilità. I cavi in fibra ottica, infatti, consumano meno energia riducendo l’emissione di anidride carbonica e calore in atmosfera.

I vantaggi della nuova rete a banda ultra larga

«Il progetto di cablaggio che Open Fiber sta realizzando nel nostro territorio porterà numerosi vantaggi alla cittadinanza e alle imprese, che presto usufruiranno di una rete di telecomunicazioni capace di garantire connessioni ultraveloci e stabili – dice il sindaco Marco Marra. Siamo fiduciosi che la fibra ottica avrà un impatto positivo sulla nostra città e la sua economia, perché ci permetterà di essere più connessi e più competitivi alla pari delle grandi città digitalmente avanzate».

 

«Dagli usi per la telemedicina all’apprendimento online fino all’accesso facilitato ai servizi pubblici digitali, oggi tutto passa attraverso la rete. Questo investimento è motivo di grande soddisfazione per la nostra Amministrazione perché la fibra ottica è una infrastruttura primaria a disposizione di tutti», aggiunge Marina Del Foro, assessore all’Urbanistica e Attività Produttive.

 

«Con la crescente diffusione di servizi online sempre più complessi e l’aumento della quantità di dati da gestire, è fondamentale avere una connessione in grado di supportare le esigenze di tutti – spiega Cosimo Bianco, field manager dell’azienda guidata dall’Amministratore delegato Giuseppe Gola -. La fibra ottica che Open Fiber sta portando a Cellino San Marco è la tecnologia più avanzata attualmente disponibile che non è solo sinonimo di velocità ma anche di affidabilità, poiché la rete FTTH è immune alle interferenze atmosferiche».

Il Piano Italia a 1 giga

Il “Piano Italia a 1 Giga” rientra nei piani di intervento pubblico della Strategia italiana per la Banda Ultra Larga, finanziato e promosso dal Dipartimento per la trasformazione digitale della Presidenza del Consiglio grazie ai fondi del PNRR, e attuato da Infratel Italia.

Open Fiber si è aggiudicata complessivamente 8 lotti in gara, per un totale di 3.881 comuni in 9 regioni: Puglia, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Sicilia, Toscana e Veneto.

News dal network

Promo