Agricoltura, Perrini: “Campagne senza acqua anche per colpa di opere irrigue realizzate, ma mai entrate in funzione. Importante capire il perché”

[epvc_views]

Dichiarazione del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Renato Perrini a  margine dell’audizione in Commissione Agricoltura

«Le nostre campagne hanno sete e l’acqua manca, insomma i problemi ci sono, non sono di oggi, ma il fatto stesso che né l’assessore all’Agricoltura, Donato Pentassuglia, né il commissario Arif e Consorzi, Francesco Ferraro, tentino di nasconderli è già positivo, anzi vuol dire che è l’inizio per cercare una soluzione che deve vederci tutti propositivi e impegnati a fare in modo che le opere strutturali – che servono a riparare le condotte colabrodo, a utilizzare meglio e maggiormente le acque derivanti dalla depurazione, alla manutenzione delle dighe – vengano non solo appaltate, utilizzando le risorse nazionali ed europee, ma anche completate, perché il vero problema che riscontro nel mio territorio è esattamente questo.

Nel Tarantino ci sono opere che – appaltate e realizzate – non sono mai partite, sembra per questioni progettuali. A questo punto è importante capire chi ha sbagliato e cosa ha sbagliato, anzi credo che sia interesse di tutti far luce, perché oltre lo spreco di denaro pubblico c’è il danno agli agricoltori che non ricevono servizi, ma soprattutto l’acqua. Il tutto alla vigilia della stagione estiva che si preannuncia piuttosto calda e con gli agricoltori che hanno l’ovvia necessità di irrigare i campi. Su questo punto non transigo e terrò accesi i riflettori fino a quando non verranno individuati i responsabili.

La partecipata audizione di oggi in Commissione Agricoltura, con tutti i rappresentanti di categoria, è stata molto utile proprio per fare il punto della situazione e per responsabilizzare tutti a fare, ognuno nel proprio ruolo, il possibile per non lasciar da soli i nostri agricoltori».

News dal network

Promo