Confesercenti/Ipsos, iniezione di liquidità dalle quattordicesime oltre la metà andrà in consumi

[epvc_views]

La quattordicesima è in arrivo tra l’ultima metà di giugno e la prima di luglio. Un sondaggio Confesercenti/IPSOS stima che il 25% la spenderà per viaggiare, ristrutturare casa e rinnovare il guardaroba ai prossimi saldi, ma anche ricostituire un pò risparmio, qualche debito da saldare e desideri da realizzare, dalla moda alle vacanze, passando per la casa. E a luglio per il terziario c’è anche l’una tantum da 600 milioni di euro prevista dal rinnovo dei contratti. Sono circa 8 milioni i lavoratori dipendenti che riceveranno la mensilità aggiuntiva con un importo medio pari a 1.500 euro ed un ammontare complessivo di circa 12 miliardi.

Il sondaggio evidenzia che circa 2,1 miliardi dovrebbero essere destinati a investimenti (900 milioni) e risparmio (1,2 miliardi) anche finalizzato ad una spesa futura, quale l’acquisto di una nuova automobile ed un viaggio di lungo raggio.  Le spese obbligate, invece, pesano per 3,5 miliardi: 1,9 miliardi sono conti in sospeso, in molti casi bollette ma anche mutui e finanziamenti. Nel computo delle spese obbligate entrano anche 900 milioni circa per quelle sanitarie – soprattutto odontoiatriche – e 700 milioni per altri motivi familiari, tra cui i centri estivi per i figli.

I restanti 6,4 miliardi saranno invece impiegati dagli italiani per acquisti di beni e servizi personali e per la famiglia. Le vacanze rappresentano il ‘desiderio’ più gettonato dal 36% degli intervistati (Asia con Giappone in testa) al quale si aggiunge un 5% che finanzierà le vacanze/studio dei figli. Si spenderà anche per la casa: il 20% ha intenzione di finanziare piccoli lavori di ristrutturazione o comprare mobili e accessori. Una quota appena inferiore – il 19% – userà la mensilità aggiuntiva per acquistare abbigliamento ed accessori in occasione dei saldi estivi in partenza il primo sabato di luglio. Il 16%, invece acquisterà dispositivi tecnologici, tablet e tv, ma anche corsi di formazione e master.

‘Le quattordicesime potrebbero rappresentare una spinta importante alla spesa delle famiglie’, spiega Benny Campobasso, presidente Confesercenti Puglia, il quale aggiunge  ‘dopo una primavera più lenta del previsto per i consumi, l’ammontare complessivo della mensilità aggiuntiva  è in crescita grazie all’aumento dell’occupazione e, in parte, al processo di rinnovo dei contratti nazionali. Tale processo, in questa fase ancora difficile per molte imprese, dovrebbe essere sostenuto. Noi continuiamo a proporre di agire attraverso la leva fiscale detassando gli aumenti retributivi previsti dai rinnovi dei contratti nazionali: un provvedimento che faciliterebbe i rinnovi e darebbe un contributo positivo al potere d’acquisto e consumi’.

News dal network

Promo