Sì allo schema di legge sull’Open Innovation, Paolicelli: “Continuiamo a promuovere l’innovazione nella nostra regione”

[epvc_views]

La IV Commissione Regionale Sviluppo Economico, presieduta da Francesco Paolicelli (Pd), ha approvato lo schema di legge “Misure in materia di innovazione aperta”, con cui la Regione Puglia intende diffondere l’approccio strategico dell’Open Innovation, al fine di promuovere la crescita economico-produttiva nell’ambito della Strategia di Specializzazione Intelligente, in linea con gli orientamenti unionali in tema di innovazioni.

La legge promuove la responsabilizzazione di tutti gli attori del territorio, l’implementazione delle iniziative legate alle attività di ricerca e sviluppo per cogliere proficuamente le opportunità offerte dai nuovi contesti. Inoltre, la proposta intende identificare i talenti e le nuove professionalità, promuovendo la trasformazione digitale, studiando l’impatto sociale e concorrendo a trovare soluzioni per le sfide dell’innovazione. Tra le proposte contenute nel Sdl, vi è anche l’istituzione di luoghi di incontro e confronto in cui coinvolgere start up, poli universitari e organismi di ricerca pubblici e privati, nell’ottica di promuovere collaborazioni e partenariati e attivare processi di “cross fertilization” per favorire l’incontro tra domanda di innovazione e offerta innovativa.

“L’innovazione si conferma ancora tra le principali priorità della Regione Puglia. – dichiara il presidente Paolicelli – Con questa legge, diamo un forte impulso ai contatti diretti e immediati tra gli attori dei processi di innovazioni, interessati a svolgere un ruolo attivo nelle politiche di ricerca e innovazione. Si tratta di settori importanti e vitali per il futuro dell’economia regionale, che come Regione Puglia vogliamo rendere sempre più al passo dei tempi. Siamo già un territorio fertile di iniziative e progetti e con questa legge intendiamo completare un percorso già avviato. Università, enti pubblici e privati, aziende, ricercatori: la Puglia come hub di innovazione tecnologica è sempre di più una realtà viva e pulsante”.

Articolazione del disegno di legge

Lo schema di legge si compone di dieci articoli. Nell’articolo 1 vengono dichiarate le finalità da perseguire, con l’obiettivo di rafforzare la cultura dell’innovazione aperta all’interno del tessuto imprenditoriale, sviluppando la cooperazione tra tutti i soggetti coinvolti. L’articolo 2 fornisce le definizioni di “open innovation” e di “ecosistema dell’innovazione”. L’articolo 3 prevede che la Giunta regionale approvi l’Agenda strategica triennale. L’articolo 4 prevede l’istituzione della Piattaforma digitale dell’innovazione, strumento online di supporto all’implementazione della strategia di open innovation. L’articolo 5 promuove la costituzione di un hub dell’innovazione, cioè spazi fisici dedicati all’incontro tra gli attori dell’open innovation. Nell’articolo 6 sono enucleate le ulteriori azioni che la Regione potrebbe intraprendere per favorire i processi di innovazione. L’articolo 7 prevede che siano definite le modalità attuative degli interventi entro 120 giorni. L’articolo 8 contiene le definizioni di una clausola innovativa. L’articolo 9 reca la norma finanziaria mentre l’articolo 10 dispone l’immediata entrata in vigore del provvedimento legislativo dopo la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.

News dal network

Promo